La prima opera lirica a cui ho assistito, grazie alla presenza del magnifico Dulcamara, Vincenzo Nizzardo.